fbpx

“POI VORREI” la nuova community di Instagram

Negli ultimi giorni Instagram è stato travolto da un’ondata di “poi vorrei”.

Ma cos’è esattamente?

Si tratta di un profilo IG in cui vengono postati i pensieri di ragazzi italiani che iniziano a sentire la mancanza della loro quotidianità.

@poivorrei è stata definita una vera e propria “community”, in quanto come si evince dal significato della parola stessa vi è un gruppo di utenti che scambiano messaggi e partecipano a forum di discussione su argomenti di comune interesse.

La pagina, nata in tempo di quarantena, in un mese ha raggiunto e superato i 300 mila follower e i suoi post contano migliaia di condivisioni giornaliere.

La biografia è molto chiara nello spiegare la mission di questa iniziativa: “poivorrei è ciò che abbiamo dato sempre per scontato, e che adesso ci manca”.

Evidenzia dunque, come i bisogni essenziali, che prima erano sottovalutati, ora vengono rimpianti da tutti. I temi trattati, infatti, sono molto sentiti e generano una malinconia generale.

Si è notato come a mancare di più, oltre al caffè al bar o all’aperitivo con gli amici, siano anche quei momenti che tanto venivano odiati come correre dietro al tram così da non doverlo aspettare per minuti interminabili alla fermata, oppure cercare parcheggio il sabato sera.

È possibile inviare il proprio messaggio anche su un sito internet www.poivorrei.it, in cui potrete inserire il vostro pensiero, indicare nome ed età e aspettare che venga pubblicato sulla pagina.

Da pochi giorni inoltre, sempre attraverso il sito, è possibile acquistare una maglietta con la scritta che più ci piace.

Il progetto è davvero molto interessante e coinvolgente; sicuramente fa riflettere su ciò che è davvero importante per noi e per la nostra vita.

Dato l’enorme successo che ha riscosso sono state create altre “sotto pagine” più specifiche per ogni singola città da nord a sud Italia.

Tra queste quella che ha avuto più successo è stata creata per la città di Torino che in pochi giorni ha tagliato il traguardo dei 16,2k followers, e quella creata su Milano che conta 19,3k seguaci.

In seguito entrambe, per differenziarsi dalle altre, hanno cambiato il proprio nome: da “@poivorrei_torino” a “@mimancatorino” e da “@poivorreimilano” a “@poimilano”, tenendo comunque lo stile grafico della pagina @poivorrei ufficiale.

Gran bella idea ha avuto chi c’è dietro l’account di Instagram, ma dopo la quarantena, quando finalmente le cose che ora ci mancano si potranno effettivamente fare, potrà continuare ad esistere un’iniziativa del genere o bisognerà inventarsi altro? Noi di @toa_lab siamo curiosi di vedere come si evolverà.