Mai come in passato sono molte le attività che oggi possono continuare a lavorare grazie ad internet.

Se da una parte la crisi grava sull’economia dei negozi fisici, che siano o no centri commerciali, dall’altra c’è stato un notevole incremento degli e-commerce grazie ai quali i commercianti sono riusciti a sopravvivere alla chiusura dei locali.

Ciò che è avvenuto a livello globale è stata proprio una rivalutazione e una rivoluzione del digital marketing come strumento più efficace ai tempi del Coronavirus, divenendo la prima scelta delle aziende, grandi e piccole, che hanno saputo rinnovarsi e sfuggire così dalla possibile cessazione definitiva della propria attività.

Per questo la costruzione di nuovi siti web, nuove pagine social, unite alla diffusione di metodi di pagamento tecnologici sempre più sicuri ed efficienti si sono dimostrati la soluzione all’emergenza Covid-19.

Anche i megastore hanno avuto la necessità di modificare le proprie strategie di marketing e comunicazione.

Fino alla fine di febbraio 2020, i grandi brand e le loro marketing strategy puntavano principalmente sulla promozione dei punti vendita fisici. Ma i negozi hanno necessariamente bisogno delle persone per incassare, giorno dopo giorno, e se esse vengono meno, tutto inevitabilmente cambia.

Ecco allora che il magazzino, dove si custodiscono i rifornimenti dei prodotti, diventa il fulcro del mercato online perciò deve essere sempre pronto ad accogliere l’impennata della domanda che giunge dal cliente virtuale.

Nonostante la graduale riapertura dei locali commerciali l’e-commerce continuerà a ricoprire una posizione di assoluta rilevanza nella vita dei consumatori.

Se sei il titolare di un’azienda con sedi fisiche, già sai gli sforzi da fare e le misure restrittive che bisognerà applicare e rispettare: ingressi limitati, pulizie più volte al dì, dipendenti con guanti e mascherine ecc.

La clientela, con queste premesse, si dividerà prendendo strade di pensiero diverse.

Da una parte ci sono coloro che, spinti dalla voglia di lasciarsi tutto alle spalle, decideranno di uscire una volta in più per togliersi lo sfizio di assaporare le vecchie abitudini.

Dall’altra ci sarà chi invece preferirà rimanere ancora a casa e limitare le uscite solo se indispensabili, al fine di evitarsi lunghe code e spese alla rinfusa. Questa grande fetta di persone sceglierà l’online per i propri acquisti.

Perciò bisogna farsi trovare pronti per riuscire ad accogliere e soddisfare la richiesta sia di un flusso che dell’altro.

Le circostanze in effetti hanno portato gli e-commerce a registrare un boom senza precedenti (+162,1%, stando ai dati raccolti da Nielsen), per questo sono aumentati anche gli investimenti per le campagne digital.

È fondamentale considerare il proprio e-commerce come un’estensione della sede fisica. Pur rimanendo un luogo virtuale, deve comunque rappresentare se stessi, la propria attività e gli ideali che la contraddistinguono.

Il brand identity, e di conseguenza il concept, è la prima cosa da sviluppare e deve essere presente ovunque per essere riconoscibili come azienda. È importante, dunque, che ogni singolo elemento sia funzionale al raggiungimento dello scopo.

E se fosse un’esperienza quella che i clienti vogliono acquistare proprio perché al momento non possono vivere a pieno? Anche questa risposta la si può trovare nel web.

È importante sotto questo punto di vista, migliorare il sito web aziendale, perfezionandolo per garantire la più coinvolgente delle user experience.

Si tratta di riuscire ad emozionare il proprio target di riferimento facendogli dimenticare per un attimo della terribile situazione creando, ad esempio, un tour virtuale nei propri spazi sulla propria home page.

Il tutto con l’obiettivo di mantenere vivo l’interesse e la fidelizzazione, magari proponendo offerte e promozioni.

Queste, ed altre, sono le strategie per poter superare la crisi (leggi anche ‘Come vincere la crisi economica della Fase 2? La risposta sta nel Digital Marketing’). Il consumatore ormai è cambiato e le imprese devono adeguarsi e rispondere ai nuovi bisogni.

In molti pensano di riuscire a costruire un e-commerce da soli, ma alla fine dei conti è come se non ce l’avessero. Il fai da te, in questo caso, non porta a nulla.

Hai bisogno di un sito o un e-commerce che funzioni davvero? Consulta subito e senza impegno la nostra offerta LIMITATA. Non lasciartela scappare!

Non esitare a contattarci per eventuali domande e chiarimenti.